Area 345a

Descrizione:

Si tratta di due torri databili al XII-XIII secolo. La torre A, con la parte superiore crollata, è alta 16 m ca, è a pianta rettangolare ed è costituita da scaglie di selce, con qualche incluso di marmo e laterizio. Le pareti sono caratterizzate da feritoie e fori per travature lignee. Della torre B, posta a N della prima, resta visibile solo la parte inferiore, successivamente trasformata in abitazione. Visibili

Dimensioni: Dimensioni non rilevate

Segnala una nuova area

Hai trovato un'area archeologica non segnalata nel sito o hai visto degli scavi in corso che vorresti segnalare? Inviaci i dati in maniera rapida e facile; provvederemo a pubblicare la tua area in breve tempo.

Inizia


Localizzazione:



Migliora questa scheda

Hai del materiale che riguarda quest'area? Sei in possesso di foto, video o hai un aneddoto o una storia da raccontare su questa zona? Inviaci il materiale.

Invia materiale

I resti archeologici:

Dalla recinzione, distante 80 m ca, le due torri non sembrano essere abbandonate, ma frequentate ed abitate (sono infatti evidenti modifiche apportate soprattutto nella torre B). La Carta dell'Agro segnala in quest'area anche la presenza di un sepolcro (area 345b).

Tipologia: Non identificata

Funzione: Difensiva

Visibilità: Visibile

Riferimenti bibliografici: "Carta dell'Agro" (1988), 1990 F 25 n. 77/F: Torri e sepolcro. J. Coste, Le antichità dei dintorni di Torre Gaia, Roma 1966, p.32. L. Quilici, Collatia, Roma 1974, p.564-570.

Racconta una storia


Immagini:

FOTOGRAFIE


FOTOGRAFIE AEREE
Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.



Rilievi:



Cartografie:

Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.


Link video YouTube:

Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.


Un progetto a cura di