Area 251l

Descrizione:

L'acquedotto Alessandrino fu realizzato dall'imperatore Alessandro Severo intorno al 226 d.C.. L'acqua proviene da una località tre chilometri a N del paese di Colonna. Il tratto di acquedotto interessato da questo foglio 1:2000 è suddivisibile in varie parti, a seconda dell'incidenza sul tessuto urbano attuale. Un breve tratto in elevato caratterizza la porzione L dell'acquedotto, che qui si sviluppa con archi a doppia campata. Visibili

Dimensioni: Dimensioni non rilevate

Segnala una nuova area

Hai trovato un'area archeologica non segnalata nel sito o hai visto degli scavi in corso che vorresti segnalare? Inviaci i dati in maniera rapida e facile; provvederemo a pubblicare la tua area in breve tempo.

Inizia


Localizzazione:



Migliora questa scheda

Hai del materiale che riguarda quest'area? Sei in possesso di foto, video o hai un aneddoto o una storia da raccontare su questa zona? Inviaci il materiale.

Invia materiale

I resti archeologici:

L'acquedotto, all'interno dei campi della Tenuta de "La Mistica", è interamente accessibile.

Tipologia: Non identificata

Funzione: Idrica

Visibilità: Visibile

Riferimenti bibliografici: "Carta dell'Agro" (1988), 1990 F 25 n.6a: Acquedotto Alessandrino. F. Coarelli, Dintorni di Roma, Roma-Bari 1993, p.166.

Racconta una storia


Immagini:

FOTOGRAFIE


FOTOGRAFIE AEREE
Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.



Rilievi:



Cartografie:

Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.


Link video YouTube:

Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.


Un progetto a cura di