Area 303

Descrizione:

Il nome "Monte del Grano (probabilmente da modius grani = moggio di grano, a causa della forma) fu attribuito dal medioevo a un imponente sepolcro a tumulo, che ha assunto col tempo l'aspetto di una collina naturale" (Coarelli 1981, p.159), attualmente ricoperta da vegetazione e da alberi. Lungo il versante orientale della collina è stato creato un ingresso da cui è possibile visitare l'interno: "vi si accede da un lungo corridoio rivestito di mattoni. La grande cella è coperta da una cupola, all'interno, nella parte bassa, si scorge un ricorso di grandi blocchi di travertino, appartenenti alla fondazione, che prova come il pavimento antico fosse più alto di quello attuale. Della fondazione e del rivestimento in travertino del podio, all'esterno, è stato rinvenuto un piccolo tratto in uno scavo recente. Il resto fu asportato nel 1837, come risulta da un documento dell'epoca. In un ambiente del secondo piano venne scoperto, nel 1582, il grande sarcofago detto di Alessandro Severo, conservato ai Musei Capitolini[...]; si tratta di un esemplare databile verso la metà del III secolo, che permette di fissare agli anni immediatamente precedenti la costruzione del sepolcro". Per una descrizione più completa si veda: Coarelli 1981, pp.159-200 e per la pianta e le sezioni si veda: Ashby-Lugli 1928, pp.158-192. Sulla sommità della collina, raggiungibile da una scalinata posta lungo il pendio occidentale, è situato il rudere di una torre del XVI secolo, costituita da blocchetti di tufo, peperino e laterizi; per una descrizione più dettagliata si veda la Mappa della Campagna romana di Eufrosino della Volpaia (1547). Visibili

Dimensioni: 40 m ca (dim.diametro base collina)

Segnala una nuova area

Hai trovato un'area archeologica non segnalata nel sito o hai visto degli scavi in corso che vorresti segnalare? Inviaci i dati in maniera rapida e facile; provvederemo a pubblicare la tua area in breve tempo.

Inizia


Localizzazione:



Migliora questa scheda

Hai del materiale che riguarda quest'area? Sei in possesso di foto, video o hai un aneddoto o una storia da raccontare su questa zona? Inviaci il materiale.

Invia materiale

I resti archeologici:

Le strutture, che si trovano in un parco giochi e presentano all'entrata un cartello esplicativo, sono visitabili solo su richiesta. Sarebbe opportuno intervenire per valorizzare l'area, fortemente degradata e interessata dalla costruzione di edifici moderni sulla sommità della collina. La parte superiore della torre è stata chiusa da una copertura metallica per motivi di sicurezza.

Tipologia: Non identificata

Funzione: Difensiva

Visibilità: Visibile

Riferimenti bibliografici: "Carta dell'Agro" (1988), 1990 F 25 n.89/H: Monte del Grano-Mausoleo. F.Coarelli, Dintorni di Roma, Roma-Bari 1981, pp.159-160. Guida d'Italia, Touring Club Italiano, Roma 1993, p.753. T.Ashby-G.Lugli, La villa dei Flavi Cristiani 'ad duas lauros', in "Atti della Pontif. Accad. Rom. Arch." II, 1928, pp.158-192.

Racconta una storia


Immagini:

FOTOGRAFIE


FOTOGRAFIE AEREE
Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.



Rilievi:



Cartografie:



Link video YouTube:

Non abbiamo attualmente contenuti di questo tipo; se sei in possesso di materiale utile partecipa ed invialo! Grazie.


Un progetto a cura di